Parrocchia San Nicola - Torremaggiore - FG

     Case Accoglienza Anziani      

--------

Home
ammissione
.
.

WebMaster:Michele Napoleone

Parrocchia San Nicola

Casa di riposo "Donatelli - Santoro"

                                                       

 Fiore all’occhiello della comunità di Torremaggiore è la Casa Accoglienza Anziani gestita dalla Parrocchia  San Nicola e condotta con tanto amore per molti anni dalle Suore Figlie di  S. Anna. Le Suore, che si sono completamente integrate in Parrocchia,  hanno prestato il loro servizio, con spirito missionario, oltre che nella conduzione della Casa anche nell’animazione di tutte le attività parrocchiali. Oggi Vogliamo ricordare le prime che si sono succedute e che hanno animato le attività della Casa:

·        Sr. Anna Bernadette Rongioletti: 

superiora delle suore,  che ha animato e coordinato con passione e carità la Comunità dell’Opera. E' stata sempre presente e disponibile .

·        Sr. Anna Flavia Nocera

ministro straordinario.  E’stata  impegnata a tempo pieno per il buon andamento e la serenità delle anziane.

·        Sr. Anna Consiglia Greco

catechista. Ministro straordinario.

.

 

La Storia 

 

La casa Donatelli , stabile del 1600, sita in via Cavour 45, è stata donata alla Parrocchia dalla benefattrice Donatelli Amelia con atto notarile del 10/06/82.

Da un articolo di Leonardo de Vita  "la  Casa Accoglienza Anziani e la Pia associazione San Nicola" pubblicato il 25 agosto 1988 in occasione del XXV di don Teo Pensato apprendiamo che  Bianca e Amelia Donatelli erano due signorine dolcissime, proprietarie di una buona parte dello stabile che abitavano quando decisero di lasciare la loro casa in beneficenza. Amelia vendette delle terre di sua proprietà per acquistare il resto dello stabile, ad un buon prezzo, da alcuni cugini di Genova : i Santoro, ai quali promise che, qualora si fosse realizzato il sogno di trasformare la casa in una comunità per anziani, si sarebbe chiamata Donatelli - Santoro. Era desiderio soprattutto di Bianca che la casa fosse donata ad un ordine di suore e, dopo la morte di Bianca, Amelia si mise in contatto con diversi ordini. Nessuno volle accettare una simile eredità in vista di una ristrutturazione difficile da realizzare e da sostenere. Don Teo, pur non essendo un prete imprenditore ed avendo notoriamente poca familiarità con i soldi, accettò, confidando nella Divina Provvidenza. (  atto del notaio Fabrizio Eccellente del 02/04/85)

La casa fu aperta, prima che terminassero i lavori, ai padri Passionisti in occasione delle missioni cittadine. Proprio allora furono regalati i primi mobili, reti, materassi e sempre allora cominciò la raccolta dei primi fondi per comprare le sedie, anzi per essere precisi , furono Sisina Luciano, Celestina de Vito e Concettina Lombardi ad operarsi in prima persona per questo scopo.Coadiutori proficui e silenziosi tutto il gruppo anziani della Parrogchia.

Dopo i missionari furono ospitati i ragazzi della Pax Cristi ( giovani cristiani di diverse confessioni)"

Le suore Figlie di S. Anna sono ritornate a Torremaggiore nel settembre del 1985 per gestire l’allora erigenda Casa Accoglienza Anziani Donatelli - Santoro

 In  previsione dell’arrivo delle suore Di Sant'Anna, vengono iniziati i primi lavori di ristrutturazione. Un comitato formato da parrocchiani inizialmente costituitisi in Pia Associazione San Nicola, Tilde Niro, Gabriella Marinelli, Leonardo de Vito, Fernando Cuccitto, Michele Napoleone ed altri,  ha collaborato col parroco nel trovare i fondi necessari. I lavori sono stati finanziati con le offerte di molti insigni benefattori quali Giovanni Annese, La Banca Popolare Dauna, La Banca Popolare di Torremaggiore, la famiglia Niro, i coniugi Coppola- La Capria ed altri non meno generosi.

Le prime suore sono state: la superiora Suor Maria Teresa di Chito, suor Teresa Troilo, Suor Fausta Carafa, suor Irene Sirignese. Per un anno, nell’attesa dell’apertura della Casa, le suore hanno prestato la loro opera presso la Parrocchia di san Nicola condividendo tutti gli impegni parrocchiali. Il 28 settembre del 1986 sono state ospitate le prime anziane e fra le prime Anna Infante. Presidente pro tempore il parroco di san Nicola don Teo Pensato. La casa ristrutturata solo nel primo piano ha ospitato inizialmente solo sei anziane e quattro suore, successivamente, dopo la ristrutturazione del piano terra, le ospiti sono diventate dodici. La gestione andava avanti col volontariato, ricordiamo Angela Zifaro, Valentina Valente, Teresa Lipartiti e i vari gruppi ecclesiali. 

 Nel 1991 s’iniziano i lavori di sopraelevazione  del secondo piano per adibirlo ad appartamento delle suore, nel primo piano invece delle suore sono sistemate altre anziane fino a raggiungere il numero di 24 ospiti. Negli anni successivi la Casa è stata completamente ristrutturata fino a raggiungere lo stato attuale. 

Nella casa  hanno trovato occupazione numerose ragazze che a turno si occupano dell’assistenza, della pulizia e della cucina e circa 25 anziane che hanno ritrovato il calore di una famiglia. Alle figlie di Sant'Anna si sono succeduti vari ordini di Suore che hanno scelto la nostra Casa per aiutare il prossimo e portare sempre in primo piano l'Amore di Cristo verso chi è nel bisogno.

Con gioia grande invitiamo ogni persona a lodare e benedire il Signore  per il grande DONO CHE LA CHIESA FA AL MONDO.

 

 

home

 

 

 

 


Un momento di relax delle nostre nonnine


Il salone della Casa


una cameretta


la cappella della Casa


una delle nostre nonnine

atrio

Sito in costruzione